Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

NORME PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI
 
La normativa per il diritto al lavoro dei disabili, L.68/99, si applica:
·    alle persone in età lavorativa affette da patologie fisiche, psichiche e sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%;
·    alle persone invalide del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33% accertato dall’INAIL;
·    alle persone non vedenti;
·    alle persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e invalide per servizio con minorazioni rientranti nelle categorie previste dalla normativa (D.P.R. 915/1978).

invaliditàI destinatari della L.68/99 che aspirano ad un’occupazione confacente alle proprie capacità lavorative, si iscrivono nell’apposito elenco tenuto dalla Provincia (Servizio lavoro – Collocamento disabili).
E’ compito della Provincia istituire una Commissione per le politiche del lavoro, in cui opera un Comitato Tecnico con lo scopo di redigere per ogni disabile schede individuali che riportino: capacità lavorative, abilità, competenze, inclinazioni, natura e grado della disabilità.
Il comitato, definito il profilo di ogni iscritto e analizzate le caratteristiche dei posti da assegnare ai lavoratori disabili, procede all’incontro domanda e offerta di lavoro, cioè ad un collocamento mirato, che consente  l’inserimento di persone con disabilità nel posto adatto, attraverso l’analisi dei posti di lavoro e prevedendo forme di sostegno.

I datori di lavoro tenuti all’applicazione della legge sono tutte le imprese (pubbliche o private) a partire da 15 dipendenti. Devono presentare, periodicamente e ogni volta che nasce l’obbligo alle disposizioni della legge n. 68 prospetti aziendali contenenti tutte le informazioni utili per l’applicazione della normativa sulle assunzioni obbligatorie. I prospetti sono pubblici.
I disabili psichici vengono avviati su richiesta nominativa mediante convenzione.

Il disabile può sperimentare l’inserimento lavorativo attraverso il tirocinio, finalizzato all’assunzione. Il datare di lavoro assolve, per la durata del tirocinio stesso, agli obblighi in materia di collocamento obbligatorio.

Ai lavoratori assunti obbligatoriamente si applica il trattamento economico e normativo previsto dalle leggi o dai contratti collettivi; il datore di lavoro non può chiedere a questi lavoratori prestazioni non compatibili con la loro disabilità.

5x1000